Casa delle Associazioni di via Saponaro 20, Milano

Cooperazione Internazionale

Aiutiamo le Associazioni e le ONG che operano nei progetti di Cooperazione Internazionale.

 


 

Abbiamo avviato il primo progetto in collaborazione con Centro Helder Camara Onlus per la installazione di una Aula di informatica e internet point KWAMA COMMUNITY I.T.C. – SIERRA LEONE. Saranno costruiti un’ Aula e internet point da inserire in uno «showroom» lungo la strada principale che dalla capitale Freetown porta all’interno del paese.

La Sierra Leone resta uno degli ultimi paesi al mondo per sviluppo umano e la popolazione di Kwama (stimata in circa 9.000 persone), vive in condizioni di povertà estrema.

 


 

Abbiamo poi  iniziato la collaborazione con Help3 (http://help3.it/) sul progetto per la cura dell’anemia a cellule  falciformi (“sickle cell disease” ovvero SCD), una della malattie più gravi che colpisce i bambini in età da 0 a 5 anni e che ,se non ben curata, causa la morte nel 90% dei malati.

Il progetto si sviluppa su 4 ospedali in Tanzania e uno in Uganda, e la necessita’ informatica principale a breve termine e’ la implementazione di una soluzione per poter monitorare la distribuzione delle medicine donate dalla associazione e i risultati sui pazienti.

In Tanzania abbiamo anche concordato di  supportare la associazione Sostenitori Ospedale Santa Gemma Tanzania – Onlus (https://www.facebook.com/ospedalesantagemma), per la implementazione di una nuova rete presso l’Ospedale. Il progetto ha l’obiettivo di rendere operativa la nuova connessione in fibra e connettere le due reti locali attuali.

L’ospedale è stato fondato da una suora tanzaniana – Sr. Gemma Mkondoo – che negli anni novanta del secolo scorso è venuta in Italia, ha imparato l’italiano, si è laureata in Medicina alla Normale di Pisa e, rifiutato il posto di assistente universitario che le era stato offerto, è rientrata in Tanzania per fondale l’Ospedale. Ora, a distanza di 12 anni dalla fondazione, l’ospedale, gestito da una trentina di suore Tanzaniane e da circa 80 paramedici e infermieri, è dotato di un centinaio di posti letto e offre cure e assistenza medica a 25-30.000 persone/anno

 


 

Informatica Solidale supporta il progetto “Secure the People” , una start up di giovani  imprenditori (neolaureati) in Costa D’Avorio.

Vogliamo raccogliere i 6000 euro necessari all’avviamento e dare supporto alla crescita della impresa.

 


 

Segnaliamo anche la possibilità di provare OPEN EMR: un software open source per la gestione di piccoli ospedali rurali, che e’ stato selezionato dalla associazione come soluzione di riferimento.

Maggiori dettagli sulla pagina specifica—- > link a openemr info page

 


 

Per informazioni o per partecipare scrivere a
[email protected]